Reati in calo nel 2019 in Valle d'Aosta


Questura

AOSTA. I reati denunciati nel corso 2019 in Valle d'Aosta sono meno di quelli denunciati lo scorso anno: la nostra regione si conferma così tra le più sicure.

Il bilancio è stato tracciato dal questore di Aosta, Ivo Morelli, nel corso di una conferenza stampa organizzata in vista della fine dell'anno. Nel 2019 non si sono verificati omicidi e i reati contro la persona denunciati sono il 20% in meno rispetto al 2018. Inoltre i reati contro gli esercizi commerciali sono diminuiti del 40%. Le estorsioni sono passate da 11 a 13.

«Il dato essenziale è che stiamo lavorando bene - ha commentato il questore Morelli -. Consentitemi un ringraziamento a tutto il personale, in particolare quello di polizia. Abbiamo operato con minori risorse umane, ma ottenuto risultati di grande prestigio. L'attività criminale è abbastanza bassa in Valle d'Aosta, ora dobbiamo alzare ulteriormente il livello migliorando le attività di prevenzione. Aumenteremo quindi i controlli».

Il questore si è soffermato sulle frodi informatiche che sono in aumento, anche se di poco (+5%). «È uno dei reati che prenderà piede ed è quello su cui dobbiamo lavorare con molta attenzione sulla prevenzione. È importante che questi reati vengano denunciati».

Quanto all'attività più amministrativa, spicca la diminuzione (da circa 80 a circa 50) dei permessi per porto d'armi rilasciati nel 2019 rispetto al 2018.

 

 

 

Marco Camilli

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it