Tre indagati per bancarotta fraudolenta, due sono funzionari di banca

La Procura di Aosta ha aperto un fascicolo sul fallimento di una società immobiliare

 

Guardia di finanzaAOSTA. Tre persone risultano indagate dalla procura di Aosta per concorso bancarotta fraudolenta aggravata riferita al fallimento di una società immobiliare. Si tratta dell'imprenditore Roberto Noventa, 59 anni, di Charvensod, ex titolare della società in questione e di altre fallite nel 2017, e di due funzionari della Banca di Credito Cooperativo Valdostana, il vicedirettore Dino Vinante ed il quadro Edoardo Munier, rispettivamente di 56 e 51 anni.

Secondo le indagini condotte dalla sezione di polizia giudiziaria della Guardia di finanza presso la procura la società di Noventa in questione, la Croix de Ville Sas, ricevette tra il 2008 ed il 2014 alcuni finanziamenti e mutui bancari che avrebbero potuto evitare il fallimento e che invece sarebbero stati utilizzati per coprire i debiti di altre due imprese considerate dalla procura già irrimediabilmente compromesse.

Noventa era già stato condannato in primo grado a 5 anni nell'ottobre 2019 per il fallimento delle sue società.

 

 

 

M.C.

 

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it