Corpo affiora dalla neve a Champorcher. Si tratterebbe di un medico torinese scomparso a novembre

Le ricerche erano state bloccate dalle intense nevicate. La salma affidata al Sagf per il riconoscimento

 

Soccorso alpino valdostanoCOURMAYEUR. Il corpo senza vita di un uomo è stato recuperato oggi dal Soccorso Alpino Valdostano nella valle di Champorcher. A scoprirlo, questa mattina, un escursionista che ha notato la punta di uno sci emergere dalla neve.

La Centrale Unica del Soccorso riferisce che probabilmente si tratta di un medico neurologo di Torino, C.D., scomparso durante una gita alpinistica lo scorso 23 novembre nella zona della Cimetta Rossa. 

"Avevamo avviato le ricerche immediatamente dopo aver ricevuto l'allarme per il mancato rientro - ricorda il direttore del Sav, Paolo Comune -, ma le condizioni meteo avverse e le forti nevicate durante il giorno della gita e nelle ore successive, con circa due metri di neve e un pericolo valanghe di livello 4, marcato, avevano complicato le operazioni".

"Abbiamo avvertito la famiglia di Daniele di qusto ritrovamento", spiega Paolo Comune. La salma è stata recuperata e consegnata ai soccorritori finanzieri del Sagf di Cervinia che si occuperà delle procedure di riconoscimento.

"Non abbiamo altre segnalazioni di scomparsa in questa zona - riprende il direttore del Soccorso Alpino Valdostano -. Con la tristezza dovuta al'incidente in cui ha perso la vita una persona, possiamo trovare conforto nell'aver restituito alla famiglia il corpo del loro caro. Un gesto che, ci auguriamo, possa lenire il dolore di questa grave perdita".

 

M.C.

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it