Incidente mortale in rafting, due assolti in Appello

 

Tribunale di TorinoAOSTA. La Corte di Appello di Torino ha assolto dall'accusa di omicidio colposo le due persone a processo per la morte di Paolo Repetto, 47 anni, vittima di un incidente durante una discesa in rafting nella Dora Baltea nell'agosto del 2013.

Sotto accusa erano il presidente dell'Adventure Center che organizzava l'uscita in gommone, Alejandro Sopranzi, e l'addetto alla guida del natante, Pablo Garcia, rispettivamente di 49 e 43 anni.

I due erano stati assolti in primo grado nel 2015, mentre nel successivo grado di Appello erano stati condannati a sei mesi con i benefici di legge. Il processo è poi andato in Cassazione, dove i giudici hanno stabilito di rimandare gli atti in Appello per il nuovo processo che si è concluso con l'assoluzione.

 

M.C.

 

 

Pin It
Pubblicità
© 2020 Aostaoggi.it