Discarica di Pompiod, dirigente assolta per abuso d'ufficio

Il pm ha chiesto l'assoluzione dopo la riforma del reato. Il processo riguardava le procedure di autorizzazione della discarica situata ad Aymavilles

 

Tribunale di AostaAOSTA. Una ex dirigente dell'assessorato regionale dell'Ambiente è stata assolta dal gup di Aosta dall'accusa di abuso d'ufficio. La sentenza riguarda la discarica di Pompiod, nel comune di Aymavilles.

Ines Mancuso era sospettata di aver approvato delle autorizzazioni per la discarica "in contrasto con i pareri tecnici formulati da Arpa Valle d'Aosta e in assenza di un interesse pubblico idoneo a giustificarli". Secondo la procura attraverso queste autorizzazioni Mancuso aveva "procurato intenzionalmente alla Monte Bianco Spurghi Sas, prima, e ad Ulisse 2007 Srl, poi, un ingiusto vantaggio patrimoniale, costituito dai proventi dell'esercizio della discarica per inerti di Pompiod".

È stato il pm Luca Ceccanti a chiedere l'assoluzione della donna perché, in base alla riforma dell'abuso d'ufficio, il fatto non è più previsto come reato.

Nell'ambito della stessa inchiesta c'era anche una ipotesi di concorso in induzione indebita a dare o promettere utilità. Per questa ipotesi era già stata chiesta l'archiviazione.

 

 

M.C.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it