'ndrangheta, riciclaggio di denaro: sequestri anche in Valle d'Aosta

La D.I.A. ha confiscato beni per 4 milioni di euro a un commercialista torinese

 

D.I.A.TORINO. La Direzione Investigativa Antimafia ha sequestrato beni per 4 milioni di euro ad un commercialista torinese di 77 anni con condanne per riciclaggio e violazione delle disposizioni contro la criminalità organizzata.

Nel 2012 il professionista era stato accusato di aiutare due co-indagati, condannati per favoreggiamento alla cosca 'ndranghetista Spagnolo, nel riciclaggio di denaro. Su decreto del Tribunale di Torino la D.I.A. ha confiscato un asset mobiliare ed immobiliare composto da beni aziendali e personali costituiti da una rinomata struttura ricettiva agrituristica, partecipazioni societarie, 38 immobili tra appartamenti, uffici e terreni e anche numerosi rapporti finanziari tra deposito titoli, conti correnti e polizze di risparmio.

Tramite le indagini patrimoniali svolte sono emersi "redditi ufficiali nettamente inferiori alle reali capacità economiche del professionista" ed è stato "individuato il reinvestimento di denaro di illecita provenienza in un intricato reticolo societario al medesimo riconducibile, ma formalmente intestato ai familiari e localizzato tra Piemonte, Liguria, Puglia, Calabria e Valle d'Aosta".

 

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it