.

Due noti freerider valdostani morti sul Monte Bianco

Una valanga li ha travolti sul versante francese del massiccio

 

Alessandro Letey (Facebook)

AOSTA. Sono entrambi valdostani i due sciatori morti sul versante francese del Monte Bianco a causa di una valanga. Le vittime sono i conosciuti freerider Alessandro Letey, 31 anni, ed Alfredo Canavari, 49 anni, poliziotto in servizio nella sottosezione della polizia di frontiera al traforo del Gran San Bernardo.

L'incidente mortale è avvenuto giovedì nella zona del bacino dell'Argentière a quota 3.800 metri ed il distacco è avvenuto dal col dell'Aiguille Verte. Non ci sono testimoni di quanto accaduto. Sono stati i familiari ad allertare le autorità per far iniziare le ricerche dei due amanti dello sci estremo.

I loro corpi sono stati trovati dagli uomini dal Peloton de Haute Gendarmerie di Chamonix.

Ieri nell'area del Monte Bianco si sono verificate due valanghe che hanno causato anche altri due decessi. Secondo la ricostruzione della Gendarmerie in entrambe le situazioni «gli accumuli nevosi molto importanti e un forte vento in quota hanno contribuito all'instabilità del manto nevoso». In queste condizioni «il passaggio degli sciatori / alpinisti innesca una valanga a placca».

Letey e Canavari erano molto noti per le loro imprese tra cui le discese dalle pareti Nord-Ovest della Grivola. Altri protagonisti di quella discesa, risalente al 2018, sono morti in montagna. Lo scorso marzo Luca Pandolfi, 47 anni, è rimasto vittima di una valanga sopra Flassin e nel 2019 a causa di una slavina sul Monte Bianco ha perso la vita il ventottenne Edoardo Camardella.

 

 

redazione
(foto Facebook)

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it