Sentenza Parini, la difesa di Rollandin: la magistratura ha chiarito la vicenda

Il presidente della Regione e gli altri imputati sono stati assolti oggi

 

AOSTA. In attesa della deposizione delle motivazioni da parte del gup, il cui termine scade in 90 giorni, sono gli avvocati difensori i primi a commentare le sette assoluzioni del procedimento ad Aosta per l'ampliamento dei lavori dell'ospedale Parini.

Tribunale-storPer il presidente della Regione, Augusto Rollandin, assolto dal reato di abuso d'ufficio, il giudice ha ritenuto che "il fatto non sussiste". La decisione, commenta l'avvocato Claudio Marra, "scioglie il nodo di una vicenda che il dottor Rollandin ha affrontato con grande serenità d'animo, convinto della sua totale estraneità e soprattutto convinto che la magistratura avrebbe certamente chiarito la vicenda così come l'ha chiarita, positivamente". Il difensore di Giuseppe Tropiano ha sottolineato che dagli atti non è emerso "nulla di rilevante dal punto di vista penale".

Rollandin e Tropiano erano accusati di concorso in abuso d'ufficio insieme all'ingegnere Serafino Pallù per la compravendita del futuro parcheggio dell'ospedale da parte della Regione a favore della Société Saint Bernard Srl. Per il giudice "il fatto non sussiste".

La stessa accusa era stata formulata una seconda volta per Tropiano e Pallù e per l'amministratore unico di Coup Paolo Giunti e Alessandro De Checchi in relazione alla costruzione del tunnel sotto via Roma tra il nuovo e il vecchio parcheggio. In questo caso il giudice ha ritenuto che "il fatto non costituisce reato".

Pallù, De Checchi, Biagio De Risi e Matteo Gregorini erano infine imputati per concorso in turbativa d'asta e sono stati assolti perché "il fatto non sussiste".

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it