Processo costi della politica, dal giudice gli ex consiglieri regionali Pdl

 

Oggi ad Aosta la seconda udienza sull'uso dei contributi pubblici ai gruppi consiliari

Consiglio-regionlogoAOSTA. E' iniziato questa mattina in Tribunale ad Aosta l'interrogatorio, davanti al gup Maurizio D'Abrusco, di tre ex consiglieri regionali del Pdl imputati nel processo sull'uso dei contributi pubblici destinati ai gruppi consiliari.

Quella di oggi è la seconda udienza della prima tranche del processo (la seconda riguarda gli esponenti di Stella Alpina). Le accuse mosse dalla procura nei confronti di Cleto Benin, Massimo Lattanzi ed Alberto Zucchi sono, a vario titolo, di finanziamento illecito dei partiti e peculato. Lattanzi inoltre è accusato di indebita percezione di contributi pubblici per somme di denaro utilizzate, secondo l'accusa, per finanziare il giornale di partito che però aveva già ricevuto dei contributi regionali.

Il quarto ex consigliere Pdl coinvolto, Enrico Tibaldi, è invece assente per motivi di salute e sarà quindi sentito dal giudice probabilmente la prossima settimana.

Secondo la procura le somme utilizzate indebitamente ammontano a 134.000 per quanto riguarda l'accusa di peculato, 94.100 per finanziamento illecito di partiti e 55.400 euro per l'indebita percezione di contributi pubblici.

L'inchiesta riguarda la passata legislatura e coinvolge tutti i gruppi all'epoca rappresentati in Consiglio Valle. La sentenza è attesa il 30 marzo al termine delle numerose udienze in calendario. La prossima si svolgerà il 9 marzo con gli interrogatori degli imputati del Pd (Raimondo Donzel, Carmela Fontana, Ruggero Millet, Gianni Rigo e Giuseppe Rollandin).

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it