Costituito un comitato per la salvaguardia del vallone di Clavalité

A Fénis nasce SiAmo Clavalité per lo sviluppo sostenibile del turismo e la tutela degli habitat

 

FENIS. Definire in modo condiviso e partecipato un piano strategico per lo sviluppo sostenibile del vallone di Clavalité, a Fénis, è l'obiettivo che si è posto il neonato comitato SiAmo Clavalité, costituitosi lo scorso mercoledì 22 luglio e presieduto da Fabrizio Merivot.

Formato da "persone che hanno a cuore la tutela dell'ambiente e lo sviluppo sostenibile del turismo nel vallone di Clavalité", il comitato spiega in una lettera aperta ai giornali di voler "partecipare attivamente al processo di pianificazione dello sviluppo delle attività turistiche e commerciali" che segua gli esempi di altre zone montane in cui "la tutela delle specificità ambientali non è in contrasto con la possibilità di fruizione dei visitatori, ma addirittura finisce per incentivarla. La quarta Relazione sullo stato delle Alpi della Convenzione delle Alpi, che tratta il tema del turismo sostenibile nelle Alpi, descrive alcuni di questi casi ed è uno strumento importante per iniziare a progettare soluzioni sostenibili", sottolinea il comitato.

Tutto nasce dalla preoccupazione "per il degrado crescente del vallone e per le diverse forme di inquinamento che rischiano di comprometterne l'habitat". Al momento "non vi è un regolamento di tutela dell'area" e l'adozione di un piano strategico di sviluppo sostenibile permetterebbe di "gestire un'area naturale così bella e ricca" e di "evitare il degrado che si può trovare in altre aree". 

Due le richieste del comitato SiAmo Clavalité, che nel frattempo si sta organizzando per essere presenti anche sui social: rendere pubbliche e condivise le informazioni sui progetti di investimenti che il Comune sta valutando e avere un incontro con la giunta comunale per fare il punto della situazione del vallone e "capire verso quale direzione si stia muovendo l'Amministrazione comunale, con quali obiettivi e con quali risultati attesi". Inoltre "l'incontro sarà l'occasione per programmare le linee guida che porteranno alla definizione del piano strategico".

 

E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it