.

Nus, Grange sostituisce il sindaco sospeso Rosset. «Confidiamo nell'appello»

Il Consiglio comunale ha preso atto della sospensione di Rosset e rimandato la discussione politica sulla vicenda del 'padiglione Contoz'

 

Consiglio comunale

NUS. «Confidiamo nella attività di approfondimento del grado di appello e dell'eventuale successivo grado di giudizio che possano tener conto di ogni aspetto della situazione contestata, la cui rilevanza giuridica è ancora tutta da valutare». Così il sindaco Fabio Grange durante l'ultima seduta del Consiglio comunale a Nus. L'intervento di Grange verteva sulla sospensione di Camillo Rosset dalla carica di primo cittadino dopo la condanna del Tribunale di Aosta nel processo relativo alle autorizzazioni rilasciate al cugino per posizionare un padiglione su un terreno comunale beneficiando di un canone scontato.

Come da prassi il Consiglio comunale ha preso atto (con le astensioni dei consiglieri Clusaz e Milliery) del decreto di sospensione di Rosset per gli effetti della legge Severino. 

«I fatti relativi alla questione del "padiglione Contoz" erano ben noti all'intero Consiglio della precedente legislatura e gli atti sono pubblici», ha affermato Grange ripercorrendo quanto accaduto. «L'iniziativa che ha portato a questa situazione - ha dichiarato - parte dal desiderio comune e condiviso di risolvere il problema sollevato da alcune associazioni che avevano richiesto, in quel periodo, uno spazio fruibile. La richiesta delle associazioni era ampiamente approvata dagli assessori competenti e l'intero consiglio, minoranza compresa, era ampiamente informato e concorde con la soluzione individuata». Inoltre, ha aggiunto, «la situazione del padiglione è stata oggetto di nuova delibera di proroga, in via di autotutela, deliberata all'unanimità dalla Giunta, con esclusione del sindaco Rosset, che si è assentato».

La discussione politica sull'argomento è stata rimandata. Il capogruppo della minoranza Alessandro Calisti ha spiegato che «per ragioni di opportunità riconducibili al recente evento che ha colpito la famiglia di Camillo Rosset, rimanderemo la discussione politica al prossimo Consiglio, con la presentazione di richieste».

Con la sospensione di Rosset, la giunta comunale di Nus conta adesso quattro componenti. Le deleghe al bilancio sono passate ad Edy Favre mentre l'assessora Edda Carlon ha assunto la carica di vice sindaco.

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it