Courmayeur, sì all'Unité des Communes ma con qualche perplessità

Maggioranza e minoranza concordano sulla necessità di ulteriori chiarimenti su alcuni aspetti della legge regionale 6/2014

 

COURMAYEUR. E' stato unanime il "sì" del Consiglio comunale di Courmayeur alla proposta di costituzione dell'Unité des Communes valdotaines Valdigne - Mont-Blanc. Ne faranno parte gli stessi paesi che ora compongono l'omonima Comunità montana, ossia La Salle, La Thuile, Morgex e Pré-Saint-Didier oltre naturalmente a Courmayeur.

Il voto è stato frutto di un percorso compiuto insieme dai gruppi di maggioranza e di minoranza che ha inoltre portato all'approvazione sempre unanime di un ordine del giorno, parte integrante della delibera di adesione all'Unité, che raccoglie riflessioni e considerazione dei consiglieri.

La legge regionale di riforma degli Enti locali, si legge nel documento, "appalesa difficoltà interpretative relative ad alcuni suoi aspetti", in particolare per i tipi di funzioni e di servizi da svolgere in forma associata a livello regionale e sovra-comunale. L'Assemblea comunale di Courmayeur prevede "che si imponga la necessità di procedere con maggior precisione all'individuazione da parte della Giunta regionale".

Nel documento il Consiglio comunale esprime anche "perplessità" sulla scadenza del giugno 2015 per l'effettivo esercizio delle funzioni in forma associata a livello sovra-comunale e "prende atto della necessità di prevedere una gradualità nei tempi di esercizio".

 

C.R.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it