.

Turismo, Aymavilles archivia un'estate positiva e pensa ai progetti futuri

 

Intervista al sindaco Loredana Petey

petey-loredanaAYMAVILLES. A 7 km da Aosta, circondato dalla mole merlata del castello e da vasti vigneti, troviamo il Comune di Aymavilles. Il sindaco neoeletto, Loredana Petey, si racconta ad Aostaoggi, parlandoci della sua prima estate da sindaco.

Ci dia un commento a caldo sull'estate appena trascorsa. Il bilancio è positivo o negativo?
«Un bilancio assolutamente positivo, sono onorata e lusingata di essere stata eletta Sindaco del mio Comune e mi impegnerò per fare un buon lavoro. L’estate passata è stata ricca di manifestazioni ed eventi e ne creeremo di nuovi»

La mancanza di risorse economiche ha penalizzato la creazione di iniziative oppure no?
«Non posso che rispondere in modo affermativo. E indubbio che senza risorse economiche non possiamo fare molto. Per quanto ci riguarda abbiamo avuto l’appoggio della Pro Loco, indispensabile per il successo delle iniziative, dei privati e dell'assessorato».

Qual è stato il fiore all'occhiello della stagione estiva 2015?

«Sicuramente il concerto di Nicolò Fabi, nell'ambito della kermesse Musicastelle Outdoor è stato un successo e, nonostante la pioggia, tantissime persone hanno partecipato. Oltre al concerto abbiamo avuto molti altri eventi tra i quali cito con piacere Alpages ouverts, il Concerto benefico organizzato da Katia Guidi e dalla sua Kriska Academy e La Festa del Pane al forno di Ozein.»

Come tutti sappiamo, al giorno d'oggi ricopre un ruolo fondamentale la pubblicizzazione degli eventi: voi in che modo procedete? I giovani si rendono partecipi?
«La nostra giunta è formata da molti giovani e ci aiutano davvero tanto a livello di comunicazione. Per ora utilizziamo la pagina facebook della lista del gruppo di maggioranza e del passaparola. I giovani ci aiuteranno per avviare un programma comunicativo rapido ed efficace».

Crede che il turismo sia aumentato quest'estate?
«A questa domanda, ad oggi, non so rispondere. Certo è che sicuramente, la Valle d'Aosta quest'anno ha visto un gran numero di turisti presenti sul territorio.»

L'assessorato regionale al Turismo, secondo lei, sta svolgendo in modo adeguato la sua funzione di supporto e di promozione del territorio?
«Compatibilmente con le risorse economiche disponibili, l’Assessorato regionale al turismo sta facendo un buon lavoro e presto avremo l’occasione per vederne i frutti.»

Quanto può essere penalizzante il mal funzionamento dei mezzi di trasporto pubblici? (treni, pullman ecc)

«Decisamente penalizzante direi e demotivante per chi vorrebbe godere delle bellezze della nostra terra. La scorsa settimana per andare a Milano ho impiegato quasi 5 ore, la situazione deve sicuramente cambiare. Speriamo nei nuovi treni bimodali.»

Quali sono le novità che ha introdotto con il suo mandato?
«Sono Sindaco da pochissimo e le novità sono in fase di programmazione. Abbiamo istituito in questi mesi il referente di frazione, un rappresentante con cui parlare e a cui esporre i problemi riscontrati, di cui veniamo informati e ci adoperiamo per migliorare la situazione»

Un'ultima domanda, può svelarci qualche anticipazione sulla prossima estate?
«Oltre alla collaborazione che con i comuni limitrofi di Sarre e Saint-Pierre, il prossimo anno ospiteremo la Rencontre Valdotaine, che riunisce i valdostani emigrati e sarà motivo per promuovere e valorizzare il territorio.»

 

Rossella Scalise

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it