Valle d'Aosta, concluso l'Accordo Quadro con le parti sociali per la cassa in deroga

Pin It

Con il Cura Italia assegnata una prima tranche da 3,2 milioni alla nostra regione

 

Luigi Bertschy

AOSTA. I rappresentanti delle associazioni di categorie e i sindacati hanno chiuso la fase negoziale dell'accordo quadro per la cassa integrazione in deroga, un passaggio fondamentale per attivare le misure di sostegno introdotte con il decreto legge "Cura Italia" del 17 marzo. Lo annuncia l'assessore regionale alle politiche del lavoro, Luigi Bertschy.

"I principi che hanno ispirato la costruzione dell'accordo sono l'inclusività e la semplificazione, al fine di non escludere nessuna categoria dagli effetti della crisi economica legata all'epidemia di coronavirus", si legge in una nota. "Le parti si sono impegnate a monitorare l'accordo, in relazione all'evolversi della situazione economica e sociale, mentre saranno automaticamente recepite le modifiche che interverranno in sede di conversione del decreto legge n.18/2020".

La prima tranche destinata alla Valle d'Aosta per la cassa in deroga ammonta a 3,2 milioni di euro.

"A breve, saranno rese note le modalità per presentare le domande, che verranno gestite attraverso apposita piattaforma telematica", informa l'assessorato alle politiche del lavoro.

 


Clara Rossi

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it