Sospensione mutui prima casa per Coronavirus: chi può richiederla e a quali condizioni

Pin It

Scarica il modulo di richiesta da inviare alla banca

 

euroAOSTA. Tra le agevolazioni previste dal Governo italiano per le famiglie rientra anche la possibilità di richiedere il rinvio dell'addebito delle rate dei mutui relativi all'acquisto della prima casa. Sulla base del D.L. “Cura Italia” è possibile infatti sospendere il pagamento delle rate fino a 18 mesi, grazie all’estensione dell’operatività del “fondo Gasparrini”, rifinanziato dal Governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

Ma vediamo come si può schematizzare la normativa al fine di renderla più chiara e disponibile e di immediata lettura.

Chi può richiedere la proroga delle rate in scadenza?
1. Tutti i titolari di un mutuo contratto per l’acquisto della prima casa, siano essi lavoratori autonomi o lavoratori dipendenti, per mutui contratti inferiori a 250.000,00 euro. Per i lavoratori dipendenti è possibile accedere alla agevolazione anche se già beneficiari della Cassa Integrazione Guadagni.

Per quanto potrà essere richiesta la proroga delle rate da pagare?
La proroga potrà essere per 18 mesi massimo.

La richiesta potrà avvenire purché ci si trovi in situazione di temporanea difficoltà finanziaria:
a) I lavoratori dipendenti dovranno dimostrare di avere avuto una riduzione o sospensione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni.
b) I lavoratori autonomi e i professionisti dovranno dimostrare un calo nel proprio fatturato superiore al 33% rispetto all’ultimo trimestre del 2019.

Quali altre condizioni principali sono richieste?
Che il mutuo sia in ammortamento da almeno un anno; eventuali sospensione precedenti non limitano l’accesso alla proroga se tale sospensione è già stata ripresa da almeno un trimestre.

Cosa non è invece richiesto?
Non è richiesto più richiesto l’Isee, al fine di agevolare e snellire l’iter delle domande.

Cosa succederà al mutuo?
Il mutuo subirà un aumento della durata pari alla moratoria delle rate. Il titolare riceverà un contributo sugli interessi pari al 50% e dovrà comunque continuare a pagare, dopo la proroga, l’intera quota capitale delle rate sulla base degli accordi con la banca.

Se quelle di cui sopra sono le principali condizioni per godere dello spostamento in avanti del piano di ammortamento del mutuo, è bene comunque che ognuno effettui una valutazione del rinvio sulla base delle effettive esigenze di liquidità, contattando e confrontandosi con la propria banca (alla quale va presentata la richiesta) che, in autonomia, può già aver impostato procedure per alleggerire la posizione dei propri clienti. 

Il modulo della richiesta di sospensione mutui prima casa è scaricabile qui (pdf) >



Ceresa dott. Paolo
Dottore commercialista - Italyservice.eu

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it