Turismo, ad agosto in Valle d'Aosta -19% di presenze

I turisti stranieri diminuiti del 54%, quelli italiani quasi del 9%

 

turistiAOSTA. Il mese di agosto si è chiuso per la Valle d'Aosta con un netto calo dei flussi rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Il periodo più importante per il turismo estivo ha subito gli effetti dell'emergenza Covid-19, delle molte restrizioni e dell'assenza di grandi eventi a causa della situazione sanitaria.

In base ai dati statistici dell'assessorato regionale al Turismo, gli arrivi ad agosto 2020 sono scesi sotto quota 200mila e sono stati 179.630 in tutto, pari al 18,52% in meno rispetto all'anno prima, mentre le presenze registrate risultano 595.192, in calo del 18,95% rispetto al 2019 (e del 14,87% rispetto al 2018).

L'andamento negativo è causato dal crollo dei turisti provenienti da oltre i confini nazionali che, a causa dell'emergenza Covid, si sono dimezzati. Le presenze di stranieri sono diminuite su tutto il territorio regionale in media del 54,17%. Meno accentuato ma comunque significativo il calo di italiani che, tranne qualche eccezione (i comprensori di Aosta, del Cervino e del Monte Rosa), sono diminuiti in media dell'8,72%.

Guardando al tipo di struttura scelta per il soggiorno, gli alberghi rispetto alle strutture extralberghiere hanno registrato un calo inferiore sia degli arrivi (-5,92% negli hotel rispetto al -32,74% delle extraberghiere) sia di presenze (-11,45% i primi contro il -27,99% delle seconde).

Agosto rimane comunque il mese con l'andamento migliore dell'estate. Luglio si è chiuso con un -42,54% di presenze e -38,25% di arrivi e giugno con una riduzione di oltre il 70% per arrivi e presenze.

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it