Confcommercio, in Valle d'Aosta nel terziario perse 138 imprese

 

Nel 2014 il saldo tra gennaio e ottobre è ancora più negativo del 2013

 

AOSTA. Colpisce anche la Valle d'Aosta il trend negativo delle imprese nel terzo settore registrato da Confcommercio nell'anno in corso.

fallimento-chiusoL'Osservatorio sulla demografia delle imprese ha rilevato in tutta Italia, tra gennaio e ottobre 2014, un numero di cessazioni (comprese quelle d'ufficio) che supera quello delle iscrizioni, rispettivamente 178.106 contro 100.232. Tra le 77.874 attività sparite nel corso dei dieci mesi presi in considerazione, 138 sono valdostane.

Rispetto allo stesso periodo del 2013 lo scenario è in peggioramento. Le nuove attività aperte in Valle quest'anno sono state 199 contro le 217 del 2013 mentre hanno le realtà che hanno chiuso sono passate da 335 dello scorso anno alle 337 del 2014.

Nel resto del Nord Ovest il saldo negativo delle imprese dell'area Confcommercio tra i due anni riguarda anche il Piemonte, ma non la Lombardia né la Liguria.

"La persistente debolezza della spesa per consumi - analizza Confcommercio - continua non solo a rendere difficile lo svolgimento dell'attività aziendale per molte imprese del settore, ma tende anche a frenare e ridurre le nuove iniziative imprenditoriali".

 

Clara Rossi

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it