Alpe, Uvp e Sa si arrendono: impossibile costituire una nuova maggioranza

Pin It

Attacco all'UV: sceglie di non scegliere


Regione

AOSTA. La quindicesima legislatura sta per giungere al termine: ora lo dicono anche Alpe, Union Valdôtaine Progressiste e Stella Alpina.

La pietra tombale sulla possibilità di dare vita ad un nuovo governo è arrivata dall'Union Valdôtaine e oggi gli altri tre movimenti autonomisti che sostengono la fu maggioranza "prendono atto" della "impossibilità di costruire una maggioranza e un governo stabile e credibile".

Alpe, Uvp e Sa attaccano poi l'Union perché "sfiducia di fatto il Presidente Testolin e l’intero gruppo consiliare, e rinuncia ad agire, lasciando precipitare la Valle verso la paralisi amministrativa, in un momento particolarmente difficile".

Secondo i tre movimenti "l'UV sceglie di non scegliere e all'interesse collettivo antepone il regolamento dei conti interno. Democraticamente dobbiamo prenderne atto, ma non possiamo esimerci dall'osservare quanto questa decisione, presa forse in modo troppo emotivo, impatterà pesantemente per parecchi mesi sui servizi ai cittadini. L'economia regionale, la programmazione degli eventi, tutto sarà bloccato fino all'autunno".

Alpe, Uv e Sa aggiungono che il loro obiettivo era "evitare la paralisi, dando prima applicazione al bilancio regionale", ma "le differenze politiche e il preciso mandato di costituire maggioranze stabili, impossibile da raggiungere dopo la rinuncia dell’Union Valdôtaine, non hanno permesso di conseguire un obiettivo che con un po’ di buonsenso poteva essere raggiunto".

 

 

Marco Camilli

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it