Coronavirus, nuove regole per il Consiglio Valle: sedute anche telematiche e niente dibattito

Pin It

La presidente Rini firma un nuovo decreto che limita al minimo indispensabile l'attività dell'aula in caso di convocazione d'emergenza

 

Consiglio regionale

AOSTA. Il Consiglio regionale della Valle d'Aosta, al momento sciolto, se convocato in situazioni di emergenza potrà riunirsi anche in modalità telematica: lo prevede il nuovo decreto della presidente Emily Rini che fissa disposizioni ancora più restrittive rispetto a quelle decise qualche giorno fa.

Le ultime linee guida sono dettate chiaramente dall'esigenza di rispettare il più possibile le limitazioni imposte per contenere la diffusione del Coronavirus. In deroga al regolamento interno quindi il decreto consente di svolgere adunanze in modalità telematica con collegamento in videoconferenza (utilizzando Skype) di anche solo una parte dei consiglieri regionali. Quelli presenti in aula, "purché non superiore alla metà dei consiglieri assegnati", dovranno tenersi a distanza di almeno 1 metro l'uno dall'altro.

La durata delle sedute dell'assemblea dovrà essere ridotta al minimo indispensabile. Se pochi giorni fa erano stati decisi interventi con tempi contingentati, adesso il dibattito è del tutto eliminato: non ci saranno né discussione generale né repliche da parte del governo né dichiarazione di voto. Soltanto il relatore che illustrerà il provvedimento in esame e il voto espresso con appello nominale a voce "in modo chiaro ed inequivocabile".

La tribuna stampa e il foyer del primo piano di Palazzo regionale rimangono inaccessibili ai giornalisti.

Simili le disposizioni per le riunioni di Commissioni, ufficio di presidenza e Conferenza dei capigruppo con la precisazione che in caso di audizioni di soggetti esterni, queste dovranno avvenire con teleconferenza.

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it