Crisi Coronavirus, Rete Civica: adesso serve una legge più strutturata

Pin It

Il partito chiede maggiori stanziamenti e misure più complete per sostenere economicamente famiglie e imprese valdostane travolte dall'emergenza sanitaria

 

AOSTA. Rete Civica invita la politica valdostana a dare corso in tempi rapidi ad un provvedimento legislativo di maggiore impatto rispetto a quello approvato oggi per sostenere le famiglie e le imprese toccate dall'emergenza Coronavirus.

Nel voto di questa mattina sulle prime misure urgenti "abbiamo espresso il nostro voto favorevole", spiega Rete Civica, "anche se crediamo che questo provvedimento sia limitato e insufficiente a contrastare le gravi difficoltà in cui si trovano e si troveranno i cittadini, le piccole e medie imprese valdostane, soprattutto quelle del settore turistico, i lavoratori autonomi, le imprese del Terzo settore, i disoccupati, le famiglie tutte". Servono interventi più strutturati e "con adeguati finanziamenti", evidenzia il movimento annunciando la presentazione di una "articolata proposta sugli interventi da attuare e sul reperimento di alcune risorse aggiuntive".

Rete Civica chiede anche di mettere l'aula nella possibilità di dare vita ad un dibattito, cosa che oggi non c'è stata. "E' senz'altro positivo che, nel momento critico dell'emergenza epidemia, il Consiglio abbia potuto riunirsi e deliberare", evidenzia RC, ma "visto che la situazione di durerà ancora varie settimane, è opportuno che il Consiglio, quanto meno per i provvedimenti indifferibili ed urgenti, possa riprendere una dinamica di lavoro che permetta ai vari gruppi e consiglieri di esprimere adeguatamente la loro posizione".

 

 

E.G.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it