Crisi Coronavirus, Adu rilancia il reddito di quarantena

La legge approvata oggi "un doveroso e urgente blocco di interventi che abbiamo approvato con favore"

 

AOSTA. "Auspichiamo che con le prossime misure si evidenzino reali possibilità di concretizzare la nostra richiesta di reddito di quarantena". Così Adu Valle d'Aosta a proposito del secondo intervento legislativo atteso dal Consiglio regionale per rinforzare le misure di sostegno alle famiglie e alle imprese già adottate con la legge approvata questa mattina.

Il testo approvato oggi all'unanimità "pareva un doveroso e urgente blocco di interventi che abbiamo approvato con favore senza l'aggiunta di alcun emendamento. Crediamo che il segnale migliore da parte di questo Consiglio per la comunità duramente provata sia adesso la quasi totale unanimità che è emersa", dice Adu esprimendo soddisfazione in particolare per il contributi agli affitti e per l'acquisto di Chromebook per gli studenti sprovvisti dei mezzi necessari a seguire la didattica a distanza.

"Dovranno certamente seguire presto degli altri interventi, sia a livello nazionale che locale", prosegue il movimento. A proposito del reddito di quarantena, Adu aggiunge: "chiediamo a tal proposito che il consiglio e il governo regionali si facciano parte attiva presso lo stato per un ampliamento immediato del reddito di cittadinanza, in modo da raggiungere tutti coloro che sono esclusi dagli ammortizzatori sociali, semplificando le procedure e i criteri di accesso per rendere immediata l’erogazione".

 


redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it