Ritardi nell'erogazione degli aiuti regionali, l'assessore Bertschy risponde alle critiche

 

Bertschy LuigiAOSTA. "Le critiche non possono che essere uno stimolo per fare meglio e per dare, tutti, ancora di più". Così l'assessore regionale alle politiche del lavoro Luigi Bertschy interviene sui tempi di attivazione e di erogazione delle misure regionali anticrisi legate all'emergenza Covid-19.

Il suo assessorato è responsabile della struttura amministrativa creata per gestire la piattaforma regionale per gli aiuti e le domande dei cittadini e delle imprese. La struttura ha iniziato a lavorare il 27 aprile, dieci giorni dopo l'approvazione della legge, e per ora accetta le domande riferite al bonus figli e agli indennizzi universitari. Oggi, da mezzogiorno, anche le richieste di contributi sulle locazioni ad uso non abitativo. Molti cittadini che nei giorni scorsi hanno presentato richiesta di accedere ai sostegni lamentano però di non aver ancora ricevuto gli aiuti, inoltre non esistono tempistiche certe su quando saranno attivati gli altri indennizzi per imprese, partite Iva, lavoratori autonomi.

A tutte queste critiche l'assessore risponde spiegando che "per l’amministrazione regionale questa è una rivoluzione e portarla avanti in un regime di ordinaria amministrazione rende tutto ancora più difficile. E’ davvero una rivoluzione amministrativa ma anche di approccio culturale nei rapporti tra Regione e cittadini. I problemi non devono però essere un alibi - dice - perché ci sono cittadini e imprese che vivono una crisi economica senza precedenti e attendono risposte".

L'assessore Bertschy sottolinea che "a soli 15 giorni dall’ inizio del lavoro della nuova struttura oggi sono in corso i pagamenti della prima misura e credo che questo sia un dato positivo da segnalare" e che l'audizione in II Commissione di ieri mattina è stata "utile per far capire quante le problematiche e quale la complessità del lavoro fatto".

"Ribadisco quindi il mio impegno affinché #nessunosaraescluso#, rinnovando il mio contributo al superamento delle difficoltà create dall'epidemia COVID-19, nella consapevolezza – conclude Bertschy - che è con serietà e con umiltà che potremo affrontare questa terribile emergenza economica e sociale".

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it