Emergenza abitativa, allo studio del Governo valdostano un provvedimento sulla morosità incolpevole

AOSTA. L'assessorato regionale delle Opere pubbliche e dell'Edilizia residenziale sta lavorando, sulla scorta di simili decisioni adottate in campo nazionale, ad una delibera sulla morosità incolpevole.

Il provvedimento punta ad aiutare le famiglie che rischiano lo sfratto perché, al contrario dei "furbetti", non riescono a pagare i canoni di locazione a causa di effettivi gravi problemi economici. Lo ha annunciato l'assessore Mauro Baccega illustrando in conferenza stampa una delibera approvata dall'esecutivo valdostano sull'emergenza abitativa.

«L'emergenza è sempre più pressante», ha affermato Baccega commentando lo stanziamento di 382.178 Euro a favore del Comune di Aosta. La somma è trasferita a titolo di rimborso per coprire l'80% delle spese che l'Amministrazione comunale del capoluogo ha sostenuto nel 2014 per locare alloggi privati da assegnare a famiglie in difficoltà.

Nei Comuni di tutta la Valle d'Aosta quest'anno sono pervenute 165 domande di riconoscimento dell'emergenza abitative e di queste 108 riguardano il capoluogo. «E' fondamentale che la Regione possa mantenere questo tipo di aiuto - aggiunge Baccega - attrveso il quale garantisce ogni anno un contributo sull'affitto a più di 3mila famiglie valdostane».

 

Elena Giovinazzo

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it