Geenna, Cognetta: le condanne provano che in Valle d'Aosta c'è la 'ndrangheta

'I cittadini onesti controllino la cosa pubblica o la 'ndrangheta vincerà'

 

Roberto CognettaAOSTA. "Quanto è successo al tribunale di Torino venerdì è la conferma che (almeno per il primo grado) la presenza della 'ndrangheta in VdA è provata". Così il consigliere regionale di Vdalibra Roberto Cognetta sulle con rito abbreviato.

"La questione ha radici lontane - dice Cognetta -, cominciate con la trasformazione dell'UV da partito che avanzava le giuste rivendicazioni di una parte della popolazione a partito di potere per il potere. Ma la colpa non è del partito UV ma di una parte di chi lo ha rappresentato da un certo punto in poi", commenta il consigliere regionale.

Continua l'esponente di Vdalibra: "In Valle d'Aosta per anni ci siamo cullati nell'idea dell'uomo solo al comando che fa e decide tutto mentre in realtà era solo un pezzo di un potere molto più esteso che si è diramato in tanti territori ammorbando con il puzzo del malaffare tutta la nostra regione. Sono tanti quelli che in passato si sono venduti al potere della 'ndrangheta per i voti e per sistemare qualche affare personale e sicuramente - continua Roberto Cognetta - alle prossime elezioni tanti saranno sostituiti da altri che si dichiareranno come il nuovo che avanza ma che sono pronti a prenderne il posto".

L'esponente di Vdalibra aggiunge che "la 'ndrangheta si adatta alle situazioni, ai territori, ai politici e, soprattutto, si rigenera sempre" e "la 'ndrangheta valdostana, o se preferite la sacra grolla unita, è sempre lì pronta a gestire il potere, gli appalti, le assunzioni". Secondo Cognetta quindi "chiusa una locale se ne apre un'altra soprattutto in un territorio piccolo e tutto sommato ricco come il nostro. Che fare? Se i cittadini onesti non si metteranno seriamente e con sacrificio a controllare la cosa pubblica in tutti i Comuni e in Regione la 'ndrangheta vincerà sempre perché prospera nel silenzio della paura per il quieto vivere e nel buio dell'ignoranza di leggi e regolamenti".



C.R.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it