Valle d'Aosta, ok pagamenti a rate di debiti tributari con la Regione

Per somme sopra i 270 Euro (150 € per Isee bassi) può essere chiesto il pagamento dilazionato dei tributi regionali

 

rateizzoAOSTA. Le tasse arretrate dovute alla Regione autonoma Valle d'Aosta potranno essere pagate a rate: il via libera è arrivato oggi dalla giunta regionale con l'approvazione di una delibera che riguarda anche il bollo auto.

Il provvedimento approvato oggi prevede la possibilità di rateizzare i debiti tributari con la Regione al di sopra di una certa soglia. I contribuenti che ricevono un atto di accertamento tributario per un importo superiore ai 270 Euro potranno chiedere il pagamento dilazionato con un minimo di 5 rate e un massimo di 36 se le somme in questione superano i 5.000 Euro.

L'importo minimo scende da 270 a 150 Euro per le situazioni di particolare difficoltà economica accertate da un Isee non superiore a 15.000 Euro.

"In un momento di crisi come quello attuale, l'Amministrazione regionale ha cercato di fornire uno strumento più agevole per permettere ai contribuenti di adempiere agli obblighi anche per i debiti tributari relativi ad anni passati", si legge in una nota di Palazzo regionale.

La richiesta di rateazione va presentate all'Ufficio tributi dell'assessorato regionale alle finanze per posta (all'indirizzo di Via Carrel n. 39 ad Aosta) o a mezzo di posta elettronica certificata (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.) oppure, fino al termine del periodo di emergenza sanitaria, anche a mezzo di posta elettronica (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

"Gli Uffici dell'assessorato - si legge nella nota .- hanno predisposto i modelli di richiesta, uno specifico per il bollo auto e uno per tutte le altre imposte, che saranno a disposizione dei contribuenti presso gli uffici stessi, oltre che sul sito della Regione nella sezione tematica Tributi regionali e bollo auto" (link).

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it