Lega VdA, ritardi mostruosi su bando affitti e canoni case popolari

'La Regione rispetti gli impegni e venga incontro a chi vive in una situazione di difficoltà'

 

CaseAOSTA. Basta ritardi da parte della Regione nell'erogazione del bando affitti e negli aiuti per il pagamento dei canoni delle case popolari: lo chiede la Lega Vallée d'Aoste segnalando "mostruosi ritardi accumulati dalle due diverse iniziative approvate in Consiglio regionale per far fronte all’emergenza Covid-19".

"In Consiglio regionale - si legge in una nota diffusa dal partito - la Lega Vallée d’Aoste si è battuta per inserire il bando affitti nelle leggi emergenziali. Nonostante le rassicurazioni fornite dai dirigenti regionali e dal Presidente Testolin, che hanno scelto di disapplicare il pagamento immediato proposto ed approvato in II Commissione, i pagamenti risultano ancora al palo. Per stessa ammissione di Testolin, infatti, delle migliaia di richieste ricevute, soltanto 600 hanno visto effettivamente il pagamento, con evidenti effetti negativi sui tanti valdostani che aspettavano un po' di respiro da quella misura".

Riguardo agli affitti delle case popolari, per rendere operativa la proposta di porre a carico della Regione il pagamento di tre mensilità "è necessario far approvare con urgenza la delibera di Giunta che disciplini le modalità di richiesta da parte dei cittadini beneficiari. Dopo due settimane però nulla si è mosso", riferisce il partito.

"I tempi stringono - conclude la Lega VdA -, ma pare che al governo regionale non importi nulla. Migliaia di famiglie attendono da mesi che, a fronte di una legge approvata e di un bando attivo, la Regione rispetti gli impegni e venga incontro a chi vive in una situazione di difficoltà. Questi ritardi sono incomprensibili ed è necessario intervenire al più presto, perché la vita e la casa delle persone non sono un gioco o un trofeo elettorale".

 

 

E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it