Sci, ipotesi di una legge regionale per le piccole stazioni della Valle d'Aosta

 

L'assessore Bertschy e il dirigente ZoppoAOSTA. Il Consiglio Valle potrebbe elaborare una legge regionale dedicata alle piccole stazioni sciistiche del territorio valdostano. Se ne è parlato questa mattina in IV Commissione Sviluppo economico.

L'occasione per discutere della questione è stato l'esame della petizione popolare per la salvaguardia di Weissmatten, a Gressoney-Saint-Jean, e per il rilancio dell'impianto. La IV Commissione ha audito l'assessore allo sviluppo economico Luigi Bertschy, competente per gli impianti a fune valdostani, e il dirigente regionale Giuliano Zoppo per approfondire i temi della petizione, la situazione attuale di Weissmatten e le prospettive future.

Il presidente della Commissione, Giulio Grosjacques, spiega: "Da questo incontro sono scaturiti suggerimenti importanti che non riguardano la sola situazione di Weissmatten, ma interessano tutte le piccole stazioni. La Commissione ha condiviso l'importanza del tema ed è emersa la volontà di lavorare, di concerto con le collettività locali, all'elaborazione di una legge per garantire a tutti i piccoli comprensori un futuro che non sia esclusivamente legato allo sci". L'esponente unionista sottolinea: "il rilancio delle piccole località passa attraverso la pratica anche di altre attività sportive".

«Nel corso dell'audizione - aggiunge Grosjacques - è stata poi evidenziata la funzione economica e sociale dei comprensori sciistici, intorno ai quali gravitano numerose attività, presidio indispensabile per i paesi di montagna".

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it