Consiglio Valle, ok al bilancio 2021-2023

Via libera dell'aula alla legge di stabilità e al bilancio di previsione regionale. Astenuta l'opposizione

 

consiglio regionaleAOSTA. Via libera dal Consiglio Valle alle leggi sul bilancio regionale del triennio 2021-2023. Mercoledì sera l'aula ha approvato con l'astensione dell'opposizione la legge di stabilità e il bilancio regionale. Martedì aveva già approvato anche la proroga del Defr dello scorso anno con il voto favorevole anche di Pour l'Autonomia, fatta eccezione per Augusto Rollandin che si è astenuto insieme alla Lega.

Il bilancio di previsione 2021-2023 è stato definito una "scelta di responsabilità" visto il poco a tempo a disposizione per l'attuale Giunta, insediatasi a metà ottobre. Come il Defr, anche il bilancio tende a proseguire la gestione così da evitare, per il secondo anno, l'esercizio provvisorio.

Alcuni numeri: il bilancio pareggia a 2,032 miliardi per il 2021, a 1,435 miliardi per il 2022 e a 1,404 miliardi per il 2023. Lo sbalzo del 2021 è dovuto alla contabilizzazione della chiusura del prestito obbligazionario (BOR) emesso nel 2001 per l'acquisizione delle centrali idroelettriche, che giunge a scadenza a maggio 2021, per 515,7 milioni.

Sulla legge di stabilità sono stati presentati tredici emendamenti. I dieci della maggioranza, tutti approvati, riguardano diversi ambiti come il reclutamento del personale dei servizi socio-educativi della prima infanzia, forme di lavoro flessibile per gli enti locali, le graduatorie del Corpo valdostano dei vigili del fuoco, flessibilità del personale, il finanziamento di risorse non utilizzate dai Comuni per interventi di solidarietà, la proroga dei documenti contabili e di programmazione dell'Azienda Usl e la proroga fino al fine febbraio 2021 del trasporto pubblico.

 

 

C.R.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it