Sci, FdI: 'Valle d'Aosta impugni l'ordinanza di Speranza'

Fratelli d'Italia chiede al governo valdostano di opporsi all'ordinanza del ministro Speranza e punta il dito contro il senatore Lanièce: 'inammissibile la sua fiducia al governo Draghi'

 

AOSTA. In seguito alla stabilita ieri dal ministro della Salute Speranza, Fratelli d'Italia VdA invita il govero regionale a "impugnare in tutte le sedi competenti il provvedimento emanato da Speranza e di sostenere economicamente ogni azione legale promossa dagli imprenditori legati al settore sciistico per il risarcimento dei danni subiti per effetto di questa decisione imposta dal governo in prossimità di una riapertura concordata sui tavoli istituzionali".

Secondo FdI "questa incredibile ulteriore e unilaterale decisione, piovuta dall’alto all’improvviso con un comunicato a mezzo stampa dopo una serie di incontri e di verifiche tecniche volte alle aperture in sicurezza degli impianti di risalita previste il prossimo 18 febbraio nella nostra regione, impone una risposta ferma e determinata per la tutela e la dignità delle imprese e delle persone che lavorano sul nostro territorio di montagna, una volta di più illuse e prese in giro".

"Di fronte a questa sconcertante mancanza di rispetto - prosegue il partito - soprattutto per il metodo utilizzato riteniamo inammissibile, per la sussistenza almeno della parvenza di una credibilità politica, che il senatore Lanièce confermi la fiducia annunciata a questo nuovo governo Draghi che, attraverso un proprio Ministro, ha preso e continua a prendere letteralmente a schiaffi l’intera Valle d'Aosta".

 

 

redazione

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it