.

Valle d'Aoste, liste vaccini: prime reazioni dalla politica

Marquis: 'silenzio è scelta inopportuna'. La Lega riferisce di 2 consiglieri vaccinati 

 

vacciniAOSTA. In seguito ai nostri articoli, alle richieste di chiarimento arrivate da più parti e all'esposto in procura del Codacons Valle d'Aosta in merito alla questione vaccini anti Covid-19, dal mondo politico giungono le prime reazioni.

Il gruppo Lega Vallée d'Aoste comunica che dei suoi undici consiglieri regionali due sono stati vaccinati: uno per motivi di età e l'altro per la sua attività di volontariato che rientra negli ambiti di priorità.

Sul suo profilo Facebook il consigliere di Alliance Valdôtaine - Stella Alpina Pierluigi Marquis scrive che "come componente della maggioranza, ritengo in questa fase il silenzio una scelta inopportuna e come tutti i valdostani auspico che il tutto sia stato gestito nell'ambito della correttezza". Aggiunge Marquis: "ritengo doveroso rendere noto che il sottoscritto e i suoi familiari, tra i quali come in altri famiglie figurano over 80, non sono stati sottoposti a vaccinazioni e attendono fiduciosi il proprio turno".

Commentando la situazione l'ex consigliere Stefano Ferrero ad Aostaoggi.it dichiara: "la giustizia e le indagini abbiano il loro corso naturale, ma è evidente che, come in passato, le telefonate ad assessori per saltare le liste di attesa e altre pratiche clientelari erano all'ordine del giorno e la cosa si sarebbe potuta ripetere. Di che ci si deve stupire ancora? I consensi alle elezioni varebbero ben un vaccino. Tutti zitti, beh non è solo omertà: non esiste più opposizione in consiglio regionale. Tutti silenziosi in attesa che la prossima sentenza della Corte dei Conti rimescoli le carte. Molti avversari di oggi potrebbero diventare gli alleati per una diversa maggioranza domani. Non disturbateli troppo. Nessuna alternativa e nessun futuro con questo consiglio regionale".

Queste prime reazioni fanno comprendere quanto il problema delle liste di vaccini sia delicato e importante.

Oggi è in programma una conferenza stampa in Regione sulla campagna vaccinale. In questa occasione sarebbe importante che l'assessore alla Sanità Barmasse e il direttore dell'Usl Pescarmona comunicassero quanti consiglieri regionali sono stati vaccinati e se tutti rientravano nelle categorie con priorità.

 

 

Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it