.

I principali provvedimenti approvati dalla Giunta regionale

 

Palazzo regionaleAOSTA. La Giunta regionale della Valle d'Aosta durante la riunione di oggi ha adottato le linee guida per l'organizzazione e la strutturazione del nuovo Cria, il Centro regionale per l'istruzione degli adulti. A partire dall'anno scolastico 2021/2022 tutta l'istruzione degli adulti sarà attribuita ad un unico centro di gestione tecnico-amministrativa, che sarà incardinato presso l'Istituzione scolastica “Innocenzo Manzetti”. La deliberazione approvata definisce l'assetto organizzativo e didattico del sistema regionale di istruzione degli adulti, a norma dell'art. 8 della legge regionale 3 agosto 2016, n. 18, così come le Linee guida per il passaggio al nuovo sistema regionale di istruzione degli adulti.

Su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico, formazione e lavoro è stata prorogata al 31 dicembre 2021 la scadenza dell'avviso pubblico finalizzato alla concessione di mutui per la realizzazione di interventi di trasformazione edilizia e impiantistica nel settore dell'edilizia residenziale. La scadenza precedente era fissata per il 31 maggio. Allo scopo sono stati destinati 658.632 euro.

Su proposta dell'assessore all'Ambiente, trasporti e mobilità sostenibile, il governo regionale ha approvato l'erogazione dei contributi relativi alla copertura, per l'anno 2020, dei maggiori oneri derivanti dall'accordo nazionale per il rinnovo del Ccnl degli addetti al settore del trasporto pubblico locale in Valle d'Aosta, ai sensi della l.r. 19/2006, per un totale di 852. 570,20 euro ripartiti tra Arriva Italia Srl, Svap Soc. Coop. e Vita Spa. 

Su proposta dell'assessore ai Beni culturali, turismo, sport e commercio sono stati nominati membri della Commissione regionale per la toponomastica locale le dirigenti regionali Daria Jorioz, Tiziana Vallet e Cristina De La Pierre e, a titolo gratuito, il ricercatore Alessio Bétemps, il dialettologo, lo specialista in toponomastica Saverio Favre e l'esperto in storia e documenti antichi Giuseppe Cesare Perrin.
Il governo regionale ha infine approvato l'aumento della percentuale massima di mutuo erogabile in acconto prescritta dalla 462/2017 per i mutui previsti dalla l.r. 19/2001 (interventi regionali a sostegno delle attività turistico-ricettive e commerciali) ancora in fase di erogazione alla data del 31 gennaio 2020 o concessi entro il 31 dicembre 2021. La percentuale massima di mutuo erogabile a titolo di acconto, fissata nella misura dell'85%, sarà elevata al 95%.

 


redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it