.

Girardini smentisce coinvolgimento in una nuova area autonomista-liberale

«Rinascimento dialoga con tutti solo allo scopo di intraprendere una vera rinascita»

 

«Smentisco categoricamente quanto scritto rispetto a me». Giovanni Girardini, presidente di Rinascimento Valle d'Aosta, risponde così ad alcune indiscrezioni su un possibile coinvolgimento in un progetto politico volto a creare un'area autonomista e liberale valdostana.

«Rinascimento dialoga con tutti - afferma Girardini - solo allo scopo di intraprendere una vera rinascita politica (e non solo) della Valle d'Aosta. Di questo, peraltro, ne rivendico la paternità perché i primi a parlare di Renaissance siamo noi e non certo chi parla di rassemblement. Oltre a ciò, come dimostrato nell'ultima campagna elettorale, se questo non è l'obiettivo, si sta soli, a costo di perdere e di non avere ruoli di governo».

L'ipotesi di un'area autonomista-liberale coinvolgerebbe alcuni nomi noti della politica di oggi e di ieri come Bruno Milanesio, Leonardo La Torre e Claudio Restano. Quest'ultimo nei prossimi giorni potrebbe annunciare l'uscita da Vallée d'Aoste Unie e il passaggio nel gruppo consiliare misto.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it