Il governo regionale annuncia un nuovo pacchetto di aiuti da 12 milioni

Ulteriori stanziamenti contro il caro-energia e per gli investimenti e misure straordinarie per le aziende agricole e zootecniche della Valle d'Aosta

 

Palazzo regionale

La Giunta regionale della Valle d'Aosta ha definito in 12 milioni di euro lo stanziamento che accompagnerà un nuovo provvedimento legislativo per dare sostegno al settore zootecnico valdostano e aumentare i fondi già approvati per gli aiuti contro il caro-energia.

Il nuovo ddl era stato preannunciato questa settimana in consiglio regionale durante l'approvazione della legge, sempre da 12 milioni, sui contributi alle famiglie per affrontare l'aumento del costo dell'energia e sugli investimenti delle imprese.

«La Giunta regionale - si legge in una nota diffusa dalla presidenza della Regione - ha dato mandato all'Assessorato delle Finanze, Innovazione, Opere pubbliche e Territorio di predisporre un nuovo disegno di legge che consentirà quasi di raddoppiare, sin dall'anno in corso, l'attuale dotazione finanziaria degli interventi già previsti».

Lo stanziamento del nuovo pacchetto di aiuti sarà di «quasi ulteriori 12 milioni di euro». Circa 8 milioni andranno a rimpolpare le risorse disponibili per le misure già approvate: 4 milioni alle famiglie con reddito basso, per raddoppiare il budget totale disponibile, e altri 4 milioni alle imprese, per le quali lo stanziamento a sostegno degli investimenti e dell'efficientamento energetico era di 8 milioni.

Al settore agricolo saranno destinati 3 milioni sotto forma di misura straordinaria per le aziende zootecniche. «A questo - annuncia il governo regionale - verrà affiancato a breve un ulteriore provvedimento utilizzando le risorse residue del PSR per gli altri comparti. Il disegno di legge verrà approvato dalla Giunta a inizio ottobre».

Il nuovo ddl destinerà infine 600mila euro per servizi di assistenza tecnica per Regione, enti locali e scuole per l'attuazione degli interventi del Pnrr e 200mila euro per gli allevatori costretti ad anticipare la desarpa a causa della siccità. Quest'ultima misura compenserà le eventuali riduzioni degli aiuti alla monticazione.

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it