Festa di fine ramadan, Alpe contro Lega Nord: alimenta diffidenza e paura

 

Anche L'Altra Valle d'Aosta critica la Lega: "vile operazione di sciacallaggio nel giorno di lutto per la tragedia di Fermo"

AOSTA. Il gruppo di Alpe nel consiglio comunale di Aosta prende le distanze dalle dichiarazioni della Lega Nord sulla festa di fine Ramadan che si svolgerà il 9 luglio nei locali della parrocchia di Maria Immacolata di Aosta e accusa il partito di voler strumentalizzare la manifestazione.

"La festa, religiosa o laica che sia, è un momento di aggregazione sociale, un momento di condivisione e di conoscenza reciproca, un'occasione per appianare eventuali controversie comprendendo le ragioni dell'altro - affermano in una nota i consiglieri comunali -. Le dichiarazioni della Lega viceversa non fanno altro che alimentare diffidenza, odio e disprezzo per coloro che sono fuggiti da situazioni di guerra, povertà e discriminazioni e si stanno integrando nella nostra società senza rinunciare, giustamente, alla propria fede religiosa e alle proprie tradizioni".

Secondo Alpe la Lega "vuole strumentalizzare un momento di conoscenza reciproca tra le persone alimentando invece diffidenza e paura che possono anche sfociare in atti di intolleranza, come ci testimonia la cronaca di questi giorni con il vile pestaggio che ha causato la morte di Emmanuel Chidi Namdi, il cittadino nigeriano che, sfuggito alle barbare torture di Boko Haram, ha perso la vita e i suoi sogni di riscatto nella “civile” Italia".

Simile il commento arrivato anche dai portavoce di L'Altra VdA, Carola Carpinello e Andrea Padovani. "Nella giornata del lutto per la tragedia di Fermo, dello svelamento della barbarie, la Lega Nord si scaglia contro un'iniziativa lodevole di incontro e scambio tra religioni e culture voluta dalla parrocchia dell'Immacolata e dall'associazione Baobab in occasione della fine del Ramadan. Ancora una vile operazione di sciacallaggio - accusano - che riteniamo ormai di vera istigazione alla discriminazione e alla violenza".

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it