Sanità, via libera al nuovo Atto aziendale dell'Ausl Valle d'Aosta

 

L'assessore Viérin: "grande lavoro di sintesi concertato con le Organizzazioni sindacali"

AOSTA. A maggioranza la Commissione Servizi sociali del Consiglio regionale ha espresso parere favorevole alla revisione dell'Atto aziendale dell'Azienda Usl della Valle d'Aosta. Il via libera, pur arrivato in sede consultiva, rappresenta il punto di arrivo di un percorso di revisione e riorganizzazione della sanità valdostana lungo e in cui non sono mancate polemiche.

Commentando in conferenza stampa il parere favorevole all'Atto, l'assessore regionale alla Sanità Laurent Viérin ha parlato di un «grande lavoro di sintesi concertato con le Organizzazioni sindacali» che consentirà di dare «un'impronta alla sanità» in Valle e di una «visione incentrata sull'ospedale, ma anche sul territoriale».

L'assessore si è concentrato in particolare sul Dera, il Dipartimento di emergenza rianimazione e anestesia, la cui riorganizzazione è stata al centro di un contrastato dibattito. «Le polemiche sono state risolte» ha spiegato. L'Atto prevede la creazione di una Struttura semplice (Emergenza territoriale e operativa) all'interno del Dipartimento e pertanto «la Rianimazione riprende la sua autonomia rispetto al Pronto soccorso», ha aggiunto il presidente della Regione Augusto Rollandin.

In Commissione i consiglieri di Alpe si sono astenuti. Il percorso di revisione dell'Atto aziendale, dicono Patrizia Morelli e Fabrizio Roscio, «ha portato all'adozione di utili correttivi sulle parti che presentavano le maggiori criticità, in particolare per il settore dell'emergenza». Tuttavia, aggiungono, «viste le difficoltà riscontrate, dovute spesso alle invasioni di campo della politica, emerge più che mai la necessità di un nuovo assetto, che veda garantito il rispetto dei ruoli, in primis da parte della politica, dell'azienda sanitaria e delle Organizzazioni sindacali, che devono cominciare a dialogare».

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it