REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Referendum, Rifondazione comunista VdA: "il no ha fermato deriva di modifiche costituzionali"

 

In Valle d'Aosta "sonora sconfitta delle forze autonomiste"

AOSTA. "La Costituzione si attua, non si stravolge. E' questo il messaggio forte e chiaro che il popolo italiano, esercitando quel principio di sovranità frutto della lotta di Liberazione dal nazifascismo e scolpito nel secondo comma dell' art. 1 della Costituzione Repubblicana ha indirizzato a tutti coloro che in questi anni hanno cercato di piegare la Carta Costituzionale alle esigenze dei poteri dominanti". Così Rifondazione comunista VdA commenta il risultato della consultazione referendaria di ieri sulla riforma costituzionale.

"Il "NO" ha fermato una deriva di modifiche costituzionali che - continua la nota -, a partire dalle leggi elettorali maggioritarie per finire con quel mostro che è l'introduzione in Costituzione del pareggio di bilancio, hanno cercato di mettere una camicia di forza alla sovranità popolare, alla ricerca di una "governabilità" funzionale alle politiche di austerità".

Per quanto riguarda strettamente alla Valle d'Aosta, Rifondazione comunita ritiene si tratti di una "sonora sconfitta di quelle forze "autonomiste" che hanno creduto, stringendo un patto con Renzi, di salire sul carro del vincitore, dando credito alla favola della "clausola di salvaguardia".

 

C.R.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it