Incarichi in Rai, Caveri: attacco fazioso della Lega

La VdA Unie conferma il 'pieno appoggio' all'ex presidente della Regione candidato alle regionali di settembre

 

Luciano CaveriAOSTA. "Sinceramente mi sfugge perché la Lega abbia deciso di attaccarmi mentre taccia sul candidature ben più scandalose in Italia e in Valle d'Aosta". Parole di Luciano Caveri dopo il comunicato stampa diffuso dalla Lega sui suoi .

"L'aspettativa per mandato politico è un istituto previsto dalla legge per tutelare tutti i lavoratori dipendenti che decidono di dedicare parte della propria vita alla 'cosa pubblica'. Nel caso specifico dei deputati, come Tiramani dovrebbe sapere, richiedere l'aspettativa non è una facoltà, ma di un obbligo di legge", afferma l'ex presidente della Regione replicando alle dichiarazioni del componente della Commissione Vigilanza Rai.

"Non ho beneficiato di alcun trattamento privilegiato in tutti gli anni che ho fatto politica e ho versato di tasca mia i contributi - dice Caveri -. Quest'attacco è fazioso e non lo tollero proprio per la serietà dimostrata in passato ed anche in questa circostanza: dall'atto della presentazione della mia candidatura sino alla consultazione elettorale, come richiesto dalla Rai ai propri dipendenti candidati in tutte le consultazioni elettorali di settembre, non sarò in servizio".

La replica di Vallée d'Aoste Unie

In supporto del suo candidato interviene anche la lista Vallée d'Aoste Unie che in una nota "condanna con forza il comunicato offensivo" del deputato del Carroccio. "Non pare logico usare metodi di questo genere nel corso della campagna elettorale, appena avviata, al di là del merito immotivato e lesivo dell’onorabilità di una figura integra come quella di Caveri".

La lista esprime "sdegno e il pieno appoggio a Caveri, ritenendo questo attacco personale null'altro che una vicenda squallida, motivata da logiche della vecchia politica, per altro evidente boomerang per chi lo ha progettato".

 

C.R.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it