.

Vaccini Covid, Commissione antimafia chiederà alla Valle d'Aosta gli elenchi

Il presidente Morra: 'in Sicilia, Calabria, Campania e Valle d'Aosta numeri maggiori per la categoria 'altro'

 

Nicola MorraAOSTA. La lista delle persone vaccinate in Valle d'Aosta finisce sotto la lente di ingrandimento della Commissione parlamentare antimafia. L'attenzione è rivolta ai numeri delle diverse categorie di vaccinati e getta un'ombra sulla trasparenza della campagna di somministrazione.

Scorrendo i dati del portale nazionale sulla campagna anti Covid emerge che in Valle d'Aosta 7.611 dosi sono state date agli over 80, più di 6.300 dosi a operatori sanitari e socio sanitari e ben 8.308 dosi a soggetti inquadrati nella generica categoria "altro" che non include forze armate, personale scolastico, personale non sanitario, ospiti delle strutture residenziali. Un numero alto rispetto alla media nazionale riscontrato anche in altre regioni.

L'anomalia è stata affrontata dal presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra. "Insieme al collega Paolo Lattanzio, coordinatore in Commissione antimafia del Comitato sulla prevenzione e repressione delle attività predatorie della criminalità organizzata durante l'emergenza sanitaria, avanzeremo richiesta degli elenchi dei nominativi vaccinati ricadenti nella categoria "altro" che in Sicilia, Calabria, Campania e Valle d'Aosta risultano avere numeri ben maggiori rispetto alla media nazionale". 

"Auspichiamo - ha evidenziato Morra - massima collaborazione nella trasmissione dei dati alla Commissione antimafia da parte delle Istituzioni competenti".

 


Marco Camilli

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it