Artigianato, procedure più semplici per i contributi alle società cooperative valdostane

Le novità approvate a maggioranza dal Consiglio Valle

AOSTA. Cambia la legge regionale sugli incentivi alle produzioni artigianali tipiche e tradizionali, la n. 44 del 1991. Con un disegno di legge approvato ieri dal Consiglio Valle, composto da un solo articolo, sono state modificate le procedure per accedere ai contributi che interessano cinque società cooperative (Les dentellières di Cogne; Lou dzeut di Champorcher; D'socka di Gressoney-Saint-Jean; Les tisserands di Valgrisenche e Li Tsacolé di Ayas).

Illustrando il provvedimento, la relatrice Carmela Fontana (Pd-Svda) ha spiegato che con il ddl viene definita una chiara classificazione delle spese ammissibili ad agevolazione, facendo riferimento alle voci di bilancio che ogni anno le società cooperative beneficiarie devono depositare presso la Chambre valdôtaine: ciò consentirà di rendere più immediato e trasparente il meccanismo di concessione dei benefici e la semplificazione delle procedure. Inoltre, è introdotto l'importo massimo del contributo, sia in misura percentuale (60% delle spese sostenute) che in valore assoluto (50 mila euro), al fine di pervenire ad una maggiore certezza della norma.

La legge è stata approvata con 20 voti a favore e 13 astensioni (Uvp, Alpe e M5s).

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it