'Le fatture sono pagate': la Regione non dovrà versare 40 milioni a Trenitalia

Trenitalia contestava alla Regione il mancato pagamento di alcune fatture per il servizio di trasporto in Valle d'Aosta

 

Treni

La Regione autonoma Valle d'Aosta non dovrà pagare 40 milioni di euro a Trenitalia per il servizio di trasporto pubblico ferroviario svolto tra il 2011 e il 2015. Il Tribunale delle imprese di Roma ha revocato il decreto ingiuntivo di sei anni fa per fatture non pagate in favore di Trenitalia dando ragione all'amministrazione regionale che contestava la quantificazione del costo in euro al chilometro delle fatture per gli anni in questione, precedenti al subentro nel contratto di servizio.

L'amministrazione regionale aveva chiesto la revoca del provvedimento ingiuntivo sostenendo che le fatturazioni di Trenitalia fossero basate su di un «corrispettivo (13,44 euro/km) unilateralmente quantificato e privo di riscontro nelle previsioni contrattuali». La Regione Valle d'Aosta aveva effettuato il pagamento per il servizio di trasporto pubblico tenendo conto del valore di 8,3 euro al chilometro. 

I giudici del tribunale delle imprese che hanno esaminato la controversia ritengono che le «fatture si basano su un valore di euro/km difforme da quello previsto contrattualmente». L'amministrazione regionale ha «provveduto al pagamento del corrispettivo dovuto all'appaltatrice secondo le previsioni contrattuali relative alla determinazione del compenso».

 

 

Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2023 Aostaoggi.it