Geenna, tutti condannati gli imputati ad Aosta

Accolte le richieste dell'accusa. A Raso la condanna più pesante

processo Geenna

AOSTA. Sono stati tutti condannati dal tribunale di Aosta i cinque imputati accusati nell'ambito dell'inchiesta della Dda di Torino sulla esistenza di un locale di 'ndrangheta in Valle d'Aosta capace anche di condizionare le elezioni 2018.

La sentenza per Marco Sorbara, Monica Carcea, Antonio Raso, Nicola Prettico ed Alessandro Giachino è arrivata verso le 17.

Il consigliere regionale sospeso Sorbara è stato condannato a 10 anni così come l'ex assessore comunale di Saint-Pierre Carcea. Undici gli anni per il consigliere comunale sospeso di Aosta Nicola Prettico e per il dipendente del Casinò di Saint-Vincent Alessandro Giachino. Infine 13 anni per il ristoratore aostano Antonio Raso. I giudici hanno deciso di non decurtare dalla pena i giorni della durata del processo, cosa che invece solitamente accade.

Alle parti civili gli imputati dovranno versare un risarcimento danni indicato in 150 mila euro alla Regione (in solido tra tutti), 215 mila euro al Comune di Aosta, 250 mila euro al Comune di Saint-Pierre e 50mila euro all'associazione Libera.

Commentando a caldo la sentenza, alcuni avvocati difensori hanno confermato la loro tesi secondo cui non vi erano prove a supporto delle accuse mentre altri non hanno rilasciato dichiarazioni. Nessuna dichiarazione anche da parte dell'accusa.

Le motivazioni della sentenza saranno depositate in 90 giorni.

 

 

Paolo Alessandro Garberoglio



Pin It
© 2020 Aostaoggi.it