Ddl unioni civili, sì della Camera alla fiducia

 

Il deputato valdostano Marguerettaz si astiene

AOSTA. Con 369 voti a favore, la Camera oggi ha votato la fiducia posta dal governo sul ddl delle Unioni Civili. I deputati presenti erano 564 e i contrari sono stati 193. Due soli gli astenuti tra i quali il deputato valdostano Rudi Marguerettaz che già nell'intervento che ha preceduto la votazione aveva annunciato di non voler dare la fiducia.

«Una fiducia su questo provvedimento è decisamente fuori luogo per tre motivi - ha affermato - . Alla Camera c'è una maggioranza molto ampia; secondo motivo, questa è una legge di iniziativa parlamentare, il Governo doveva astenersi dal porre la questione di fiducia su una delle poche leggi di iniziativa parlamentare; il terzo punto è che si tratta di un tema etico, che dovrebbe vedere la più ampia libertà di coscienza dei singoli deputati».

Marguerettaz, che pure era tra i firmatari della proposta originale, ha lamentato un «un cambiamento di rotta deciso: si è passati da un approccio pragmatico a queste necessità ad un approccio decisamente ideologico, si è voluto cioè creare l'istituto delle unioni civili e, in una maniera molto rapida, non so quanto efficace ma certamente rapida, si son traslati tutti quelli che erano i diritti e i doveri delle famiglie sulle unioni civili».

 

Clara Rossi

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it